Meeting Jules Febre – Jivamukti per aprire le porte dell’anima

Ecco delle Briciole di yoga talks con Jules Febre che usa dire ad ogni momento “it is the best day of my life” o ancora “Isn’t it a perfect day?”, perché avevo sentito tanto su di lui ma non avevo trovato prima di nostro incontro molta sostanza.

Jivamukti milano

La communità Jivamukti è al servizio dell’umanità

Benedetta spada, antonio spera, jules Febre

Thanks to Antonio Spera Bikram, Michelle Yoga Festival e Benedetta Spada. Thanks to Jules Febre e Jivamukti New York.

Invece parlare con lui è semplicemente rilassante e gioioso, oltre che istruttivo. Non esistono bandiere e frontiere nel conversare. Si entra per bere un tè nel primo bar (lato suo pratico) poi dopo un po si esce da lì per cercare un posto più colto dal punto di vista vegan. Quindi si esce da Panino Giusto e si va all’Alhambra. Per chi non conosce si passa da un posto bello ma senza scelta vegana ad un punto ristoro vegano e popolare. Si cammina a passo veloce anche se Jules è appena stato un mese in India, qui a Milano ritrova l’istinto da cittadino di New York e il passo veloce. Ma quando si ferma nelle poltrone confortevole, si apre un poco per non chiudere più il suo cuore. Trascrivo due battute per capirsi. Sul sachettino di te c’è una scritta Live in our strenght (Vivi in tutta la tua forza) così li chiediamo cosa pensa dell’aforismo. Risponde come se avesse saputo già la risposta alla domanda “Non è vero ed è vero. Perché chi non vive le sue debolezze, non riuscirà a farli diventare punti di forza. E quindi avrà una vita incompleta e infelice.” Primo mattone in una discussione molto sentita tra Jivamukti homies.

Jivamukti milano

Jivamukti è una famiglia di insegnanti yoga unita

Quando penso che 3 giorni prima avevo interrotto per mancanza di tempo una conversazione con Don Rochetta proprio su Andreoli in un suo studio intitolato l’Uomo di vetro, dove ha mostrato come non sono affatto le dimostrazioni di forza a farci crescere ma piuttosto le nostre fragilità, tracce sincere della nostra umanità che di volta in volta ci aiutano nell’affrontare le difficoltà, nel rispondere alle esigenze degli altri e ad aprirsi alle loro dolori. La fragilità è la parte più vera e umile di noi, il fragile è l’essere umano per eccellenza perché considera gli altri come i suoi pari. Anziché un imperfezione la fragilità può dunque trasformarsi in forza. Questa conversazione tornava nella mia vita e non potevo fare altro che affrontarla con tenerezza. Anch’io avevo una domanda da fargli “come sta la tua zia?”, Sharon Gannon è una mia forza benefica che uso come arma segreta nel mio tentativo di portare pace alle persone. Così aver notizia da casa era per me importante. La sua risposta mi rincuora al punto di condividerla qui: sta bene, ogni giorno più bella. Il Suo viso è lo specchio di un anima che ha trovato la pace dopo tanti sforzi e avventure. Per chi non la conosce seguite su i Facebook vari la sua vita ne troverete una fonte inesauribile di inspirazione. A fine anno verrà a presentare suo ultimo libro Simple recipe of Joy a Roma e Milano. Poi in ritiro spirituale in un posto che conosco bene (in Italia). Pensare che si viene da New York per cercare la pace in Italia mi lascia a volte incredule, ma dopo tutto siamo il paese di tanti santi, poeti e navigatori. Oggi in un mondo dove non si capisce ancora dove va dal punto di vista spirituale, i viandanti che navigano sul mare di nebbia, per chi ha un incertezza relativa al futuro prossimo, rimane la possibilità di essere presente e usufruire di luoghi sacri per essere più presente. L’Italia per questo amo, ad ogni angolo di strada una porta aperta verso il futuro dell’umanità. La Porta dell’anima che verrà dopo la civilizzazione materialista, e renderà felici la moltitudine. Oggi io insieme ad altri lavoriamo per questo avvenimento, in un alleanza che dà speranza alle facce stanche, forza ai deboli, priorità agli ultimi.

Aggiungo 5 righe dopo aver praticato yoga con lui: Jules ci ricorda con parole che ci riempiono come ogni fragilità sia necessaria per crescere e vivere una vita empatica. La sua vita è in empatia con l’universo senza restrizioni ma con grande determinazione procede verso la piena condivisione della sua vita yoga dove ogni essere può determinare un grande, importante contributo positivo al mondo!
Peace, Love and Vegetables

Questa voce è stata pubblicata in benessere, salute e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...