Bolzano vegan tra macrobiotica, hotel di altri tempi e yoga dinamico facile

Siamo stati a Bolzano, terra di confine dove pare che l’uomo abbia stretto un patto di eterno alleanza con madre natura e l’universo.

L’hotel Laurin di Bolzano è uno dei più amati da viaggiatori di ogni età e provenienza.
Più che in hotel, Laurin è una vera istituzione! Al Laurin tradizione ed avanguardia si uniscono per creare unicità. Ogni settimana si organizzano lezioni di yoga in giardino d’estate e al chiuso d’inverno; le lezioni sono aperte sia agli ospiti dell’hotel che ad esterni. Il Laurin vanta un fitto programma di eventi, dal concerto jazz alla mindfullness, dalla cena vegana a quella con prodotti tipici alto atesini.
La colazione è una coccola per i salutisti e non, tra centrifughe, torte fresche, marmellate bio e fatte in cucina, pane di ogni varietà, mieli sfusi, frutta secca…fresca…
La parola d’ordine in questo luogo è il benessere.
Rimango colpita dall’atmosfera altoatesina.

Camminando per Bolzano si scopre il rispetto per il tempo, per il silenzio, per la natura, l’acqua di Bolzano è detta essere la più buona, la più pura, oltre all’acqua lungo i carruggi si mescolano i venditori ambulanti di frutta fresca e centrifughe di ogni gusto, piccolo paradiso per i crudisti. I ristoranti in città sono sicuramente orientati verso una cucina onnivora ma con una spiccata attenzione al biologico vero, quello controllato magari proprio nell’orto di casa tua. L’università di Bolzano offre una mensa con alternative vegan e con accesso al pubblico esterno.
Una vera attrazione per chi rinuncia a insaccati o pane e birra o vino è Un Punto Macrobiotico, un ristorante associazione che regala agli amanti della cucina macrobiotica, piatti da asporto o da gustare comodamente seduti. Gli accostamenti sono bilanciati, gustosi, di prima qualità, il tutto condito con il silenzio, la cortesia e un’etichetta trasparente su tutti i prodotti in vendita ed usati per cucinare.
La macrobiotica conquista anche Bolzano e tutti saremmo invitati almeno una volta ad assaporare questo “cibo degli dei” che risana il corpo e lo spirito.
Si mastica, si rimastica e si assapora in un’esperienza quasi meditativa dove il cibo che ci nutre può anche salvarci, riequilibrarci, e finalmente riaccompagnarci alla porta di quella casa chiamata corpo senza che questo ci paia estraneo.
Venire a Bolzano per mangiare macrobiotico? Si anche questo ha un senso, per regalarsi un corso di cucina che ci faccia riacquistare la quiete del cuore?
Oppure semplicemente perché se mangi un piatto “macro” puoi iniziare a riconoscere i gusti, i sapori, gli odori…i sensi si spalancano, non si assopiscono e ti permettono di vivere a pieno il viaggio.
Non sempre vegan è sinonimo di salute, equilibrio ecco che spesso si eccede in grassi (semi, olio, frutta secca…), in zuccheri ( zucchero di canna, stelvia, succo d’agave)… o addirittura ci si lancia su prodotti da forno, soia, e alla peggio si divora un’ananas di dubbia provenienza ma non di certo di stagione ( sempre che tu non viva ai tropici)! Ecco che di tanto in tanto dovremmo tutti sperimentare una dieta macrobiotica, senza assolutismi ma con la voglia di capire cosa il nostro corpo ci dice e di cosa ha bisogno. Il piatto è composto da un cereale ben cotto, un legume anche lui ben cotto, una verdura cotta e una cruda… le proporzioni variano a seconda della persona e della sua salute / necessità. Un viaggio spesso può essere la scusa per fare nuove scoperte, per rivoluzionare la propria vita… per mettere nuove radici. Ecco che chi raggiunge Bolzano, oggi ha un’alternativa in più, non solo vegan!
Io credo che il corpo spesso ci chieda di fermarci ad ascoltare, di stare lì e tarare nuovamente la bussola anche quando tutto pare in equilibrio… lo stress si riduce anche nel piatto e pochi ancora ci credono.

A Bolzano puoi scegliere (con moderazione) un’itinerario usuale tra dolci cremosi e speck oppure una via del gusto alternativa dove se tu viandante il primo responsabile della tua salute.
Dalla colazione alla cena si può sperimentare una via consapevole.
Nel centro della città oggi sorgono diversi luoghi di benessere tra i quali lo studio shakti yoga pilates dove si tengono corsi, seminari tutto l’anno. Ma la moda qui richiama allo yoga itinerante, a tema: nel parco, in hotel, prima di andare in bicicletta, in acqua, o degustando un buon bicchiere di vino!

Produttori:
– Senza disturbare i lavoratori potete guardate il video su questo produttore locale

– poi ci sono i mercatini biologici dove acquistare direttamente
http://www.mondobio.net/tutti-i-mercatini-biologici-del-trentino-alto-adige.html

– eventi interessanti i steineiriani sono attivi, ricordo due anni fa avere seguito i lavori di un loro convegno sull’energia del cibo (vedi Steiner, Aivanhov ecc) http://www.biodinamica.org/2013/04/heinz-grill-convegno-lalimentazione-e-le-forze-eteriche/
E questo weekend a Milano il convegno annuale!

– yoga io lo faccio allo Shakti studio
https://www.facebook.com/events/270750189769575/permalink/270770249767569/

Questa voce è stata pubblicata in travel detox e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...