Se si risvegliasse l’uomo vegetariano che dorme dentro di noi?

Siamo nella settimana vegetariana che si festeggia ogni anno in più parti del mondo, mi domando: ” cosa significa per voi essere vegetariani o vegani O macrobiotico?” Sono vegetariana da quando avevo 12 anni (ribelle e felice) e vegana da circa 10 anni, ma la mia vita mi è cambiata quando ho scelto più consapevolmente di essere “flexivora” ovvero: la mia scelta vegana è consapevole ma non assolutista! vuole restare flessibile, andare incontro ai miei bisogni a seconda delle stagioni della mia vita, al variare dei miei ormoni, della mia salute, e questo per me vuol dire che se mi trovo con un amico giapponese che mi prepara una zuppa curativa di carpa, io se sono affaticata la accetto come un dono di benevolenza…consapevole che di base io sono vegana, ma che non voglio diventare rigida e restrittiva, ovvero mangio per vivere e prendermi cura di me, dei miei cari, l’alimentazione curativa è bilanciata non punitiva…faccio parte di quella cerchia di persone ” non fanatiche” che vanno a cercare in ogni viaggio produttori bio e ristoranti vegan macrobiotici, di quelli che se vanno al supermercato alcuni reparti li evitano proprio accertandosi  che non vi siano tracce animali, aspartame (additivi), conservanti… La regola è “Ci sono più di 3/4ingredienti? Rimane la dove sta.” in famiglia abbiamo eliminato lo zucchero e la farina 00… mia madre Non mi capisce e spesso “ci mandiamo a quel paese” con amore ovvero accettando che siamo diverse…a volte tutto si complica un po’ quando scegli di essere un vegetariano o un vegano o quando semplicemente scegli di sapere, e imparare a curarti anche attraverso ciò che mangi. Eppure la mia vita mi piace, magari non sempre facile ma ricca di scoperte; sapevate che ci sono infinite qualità di mele antiche custodite anche a meno di un’ora da Milano? E che un’alga può contenere più calcio di un pezzo di pecorino? E ancora…sapevate che bastano 2 cucchiai di legumi al giorno per avere il giusto “apporto proteico”? E che esistono un infinita varietà di cereali in chicchi non  solo di riso in Lombardia (primo produttore in Italia) ci sono 100 tipi di famiglie! E che il gelato si può fare senza latte, zucchero, uova? Fino a qualche anno fa non lo sapevo, non avevo idea di cosa a volte mettessi in bocca, a me bastava dire che ero vegetariana o vegana, ma fortunatamente il tuo corpo è un manifesto e ti chiede di essere ascoltato e inizia a mandarti segnali, infiniti, piccoli, grandi fino a quando tu non ascolti, sei costretto a fermarti e allora a cercare! Da ragazza ho sofferto di allergie, reflusso, e durante gli anni di studi in accademia danza e teatro soffrivo di anoressia e bulimia… a molti a nominarli fa paura ma non c’è nulla di cui avere paura se accetti inizi a guarire. Io ero ragazzina quando a 16 anni danzavo e per essere “cosi perfetta” decisi che dovevo perdere qualche kilo….un, due, tre e in poco tempo persi l’appetito! Sono state molte le tappe per riconquistare la fame come cura amorevole e scoperta della vita, mi ha salvato lo yoga e l’essere vegetariana credo, il clic sia scattato lì, quando ho incontrato il primo nutrizionista della mia vita Elio Muti fino a conoscere e condividere nuovi sguardi con Franco Berrino…il cibo è vita non eccesso, non consolazione, non abuso… Quando iniziai a seguire un percorso di riscoperta del cibo lo feci per cura e per mettermi in discussione rispetto a chi ti bombarda di assurde diete e stili di vita nei quali tu devi essere smaniosamente al massimo, e se invece volessimo semplicemente Essere? Siamo quello che mangiamo è la verità! Carlo Guglielmo, esperto di alimentazione naturale, ricorda spesso che tendere al vegetariano non è solo una scelta ideologica ma una scelta di salute naturale! Con il mio compagno di vita abbiamo iniziato un cammino di riscoperta del cibo, del tempo dedicato alla scelta di ogni alimento, al tempo sacro trascorso in cucina, e del tempo umile e silenzioso dedicato ad una felice masticazione e digestione. Anni fa conobbi Sharon Gannon ( autrice di Vivere lo Yoga, Eifis editore) e vidi attraverso i suoi racconti e testimonianze lo strazio che gli animali devono subire prima di finire nel nostro piatto sotto forma di bistecca, latte, uova… allora mi chiesi, ma come è possibile che questo alimento possa fare del bene alla salute mentale e fisica dell’uomo? Attenzione a ciò che mangiate perchè è il vostro equilibrio di cui stiamo parlando e non lo dico solo per chi pratica yoga, ma per chi vuole stare bene, in pace. E voi direte: ” tu vegetariana da quando avevi 12 anni non sei stata tanto bene in passato…” È vero e sono profondamente convinta che sia stato perchè il mio essere vegetariana era ricolmo di tanti luoghi comuni, tanta confusione, tanta ignoranza… e spesso in contrasto con la società ( amici, scuola…) ecco perchè una scelta alternativa, di vita vegan e flexivora verso un’ alimentazione naturale richiede ascolto, attenzione, informazione! Forse ancor prima di scegliere una vita vegan o macrobiotica dovremmo imparare cosa è cibo e insegnarlo ai nostri figli, per questa ragione se si è vegani o vegetariani o macrobiotici ma non si ride mai, non si ama, non ci si lascia amare meglio allora abbandonare tutto e rimettetersi in discussione, andate al ristorante e respirate, prendetevi il tempo. Ormai il tempo sembra mancare su tutto, chi passa tante ore in cucina, nell’orto, dal produttore o è un famoso chef oppure pare sia uno sfigato! E invece no! Riappropriatevi del vostro tempo, del vostro piatto e fatelo con chi amate, perchè masticare, scoprire il sapore di una zucca, di un chicco di riso insieme a chi ami, ti cambia il metabolismo, la salute, la vita! In un recente incontro con Franco Berrino, Marc ed io siamo stati invitati a pranzo nella sua cucina, per assaporare una crema d’orzo, fantastica memoria: eravamo noi tre, in cucina, Franco ha macinato l’rzo, poi aggiunto acqua sul fuoco, e insieme a turno abbiamo mescolato per una decina di minuti…intanto lui ha scaldato in un po’ d’olio del miso, facendolo friggere così da aggiungerlo ad ogni piatto sulla crema d’orzo. prima di assaporarla ci ha invitati a masticarla almeno 50 volte. Avete mai provato a masticare una crema d’orzo praticamente liquida? Una buona meditazione! Il 5 novembre con Berrino interverrò in un suo convegno sul cambiamento…allora per questi giorni provate, cosa? un sapore nuovo! Ridete nel piatto, accorgetevi di cosa state mangiando e se non vi piace chiedetevi perchè, se siete in sovrappeso chiedetevi perchè…se siete malati chiedetevi cosa posso fare? Forse questa sera la vostra cena avrà un sapore tutto speciale! con amore my vegan life

 

Post scriptum: foto 1- i miei primi maki (sushi con alga fuori). foto 2- la mia prima insalata raccolta dal produttore portata a casa e mangiata con amore. (grazie alla mamma per la foto). ImmagineImmagine

Digressione | Questa voce è stata pubblicata in Mantra e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Se si risvegliasse l’uomo vegetariano che dorme dentro di noi?

  1. Mila Surguci ha detto:

    ” … il cibo è vita non eccesso, non consolazione, non abuso…” – questo lo appendo in mia cucina! Grazie per questo articolo interessante!

  2. Rosa Russo ha detto:

    Ho appena finito di leggere il libro del dott.Rallaele Morelli “Dimagrire senza dieta- il metodo psicosomatico” che ho trovato molto interessante e spero di utlizzare i suoi suggerimenti per perdere i miei chili di troppo, quando a una certa pagina ho letto il nome del prof.Elio Muti- nutrizionista,così facendo la mia ricerca su Internet mi sono imbattuta in questo magnifico articolo di cui apprezzo molto il contenuto. Trovo citato il prof.Franco Berrino di cui sono ammiratrice e ho letto molti suoi scritti e il suo ultimo lavoro ” Il cibo dell’uomo”. Dimenticavo sono anche io vegetariana ovvero flexivora. Mi trovo bene solo che dovrò trovare la via giusta per perdere un bel pò di chili di grasso spero di riuscici. Complimenti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...